Homepage    |    Lascia Questo Evento EventiPiù    |    EventiPer    |    Index    

Privacy Policy



180° Anniversario inaugurazione dello Sferisterio
 Evento passato


 Data: 01 Ottobre 2009

 Comune: Macerata

 Storia

Programma
Ore 17 - Biblioteca comunale Mozzi-Borgetti - p.zza V.Veneto, 2
"Ireneo Aleandri e Macerata"
intervento architetto Luca Maria Cristini

Ore 18 - via Crescimbeni 24
Scoprimento lapide commemorativa

La costruzione dello Sferisterio terminò il 10 agosto 1829 e si preparò una grandiosa serie di manifestazioni
per la sua inaugurazione. Il programma degli spettacoli, a pagamento, prevedeva il gioco del pallone a
bracciale, luminarie notturne e fochetti, giostra con bovi, vacche e tori, con giostratori, staccatori e cani,
pallone a cordino per terra, un piccolo pallone volante, corsa a piedi su 35 giri, compagnie teatrali comiche e
drammatiche, giostre con fantoccio, tombola con un monte premi di 300 scudi, giochi dei cavalli e corsa dei
fantini, fuochi artificiali e... volo del pallone aerobatico. Per il volo di questa mongolfiera, pezzo forte di tutti
i festeggiamenti e novità assoluta per Macerata, fu stipulato un contratto con il “volatore” o “aerobata”
bolognese Francesco Orlandi. I maceratesi furono avvertiti con avvisi, manifesti recanti l’immagine del
pallone volante; lo stesso fu esposto nella Sala Grande dello Sferisterio e visitabile a pagamento con
spiegazioni fornite da una guida. Il giorno 13 settembre, fatidico, furono sparate tre salve di cannone di
avvertimento. Era accorsa una moltitudine di persone da città, provincia e anche da fuori, lo Sferisterio era
stracolmo per un incasso di 631 scudi e tutti coloro che non erano potuti entrare avevano invaso i tetti delle
case e tutti i dintorni fino in campagna. L’Orlandi, per le condizioni del tempo non proprio favorevoli (un
fastidioso vento di Sud Ovest lo avrebbe spinto verso la marina, fattore pericoloso per il volatore), aveva
chiesto di spostare il giorno del volo ma gli organizzatori e il Monsignore Delegato erano stati irremovibili
negando lo spostamento della data. La folla attendeva con pazienza ma il globo, verso le ore 22, ancora non
spuntava fuori dallo Sferisterio. Fu solo alle ore 11 che, finalmente, si vide uscire il globo, ma non tutta la
mongolfiera perché urtò contro lo spigolo terminale del terrazzamento e per quante manovre l’Orlandi fece
non riuscì a elevarsi verso il cielo, tanto che costui scese a terra e ancorò il mezzo. Accadde però che verso la
mezzanotte il vento si levò più furioso, si sfilarono i pali di ancoraggio, e la mongolfiera volò via. Proprio
come aveva temuto Francesco Orlandi si diresse verso la marina e fu visto dagli occupanti di due barche, che
gli tirarono addirittura dei colpi di archibugio facendolo ammarare a quattro miglia e mezzo al largo del mare
antistante Marano. La mattina del giorno 15 settembre giunse a Macerata la notizia del ritrovamento a mare
tra Pedaso e il porto di Fermo e l’Orlandi, per riaverlo anche se lacerato, dovette pagare 35 scudi ai marinai.

 Indirizzo Web: http://www.comune.macerata.it/download/180Sferist_invito.pdf...

 Visualizzazioni: 530
    







Visualizzazione ingrandita della mappa


Torna a Inizio Pagina © 2008-2018 eventinrete.com Valid XHTML 1.0 Transitional